Benvenuta!

Mi chiamo Eleonora Cosner, e sogno un mondo nel quale tutt* (animali umani e non umani, piante, tutti gli Esseri, e l’intero sistema vivente Terra) possiamo vivere in armonia e reciprocità. Un mondo più giusto, più sano, migliore.

Sogno un mondo nel quale il Sacro sia parte della quotidianità e la Spiritualità normalità nella vita di tutt*, un mondo nel quale il Divino Femminile (o la Grande Madre, o la Dea – usa l’appellativo che preferisci) abbia lo spazio che gli spetta.

Sogno una vita rinaturalizzata, ri-connessa, allineata con i Cicli e i Ritmi Naturali,
una vita lenta e semplice, che sia vissuta con presenza e nella quale l’Amore sia il pane quotidiano.
Una vita nella quale, consapevoli che il cambiamento è una costante, ci concediamo la libertà di trasformarci, Ciclo dopo Ciclo, per diventare sempre più simili a noi stess*.

Sogno un mondo nel quale tutti gli Esseri Umani ricordino che noi siamo Natura, noi siamo Terra, e che tutto ciò che è fatto alla Madre di tutte le cose è fatto direttamente anche a noi, e che non possiamo credere di cambiare il mondo finché continuiamo a riferirci a Natura come a qualcosa di separato da noi. Perché non esiste separazione.
Spirito e Materia, Luce e Oscurità, Vita e Morte, tutto è Uno, da sempre e per sempre.

Così mi impegno per rendere questo sogno una realtà, partendo dall’essere il cambiamento che voglio vedere, e poi cercando di creare un ripple effect (i cerchi concentrici che crea la goccia cadendo in acqua) e così una comunità di persone che, a modo loro, condividano questo sogno.
Sono convinta che il cambiamento necessario per manifestare questa nuova realtà debba essere interiore ed esteriore, ma che la mancanza di quello interiore pregiudichi la sostenibilità di quello esteriore.
È da dentro che parte il mio impegno, affinché dall’Oscurità fertile del mondo interiore il cambiamento si manifesti nella Luce.

Credo fortemente nell’educazione e nella conoscenza come strumenti di empowerment.
Credo anche che teoria e pratica debbano camminare mano nella mano affinché educazione e conoscenza siano complete.
Credo che l’Esistenza sia così complessa e inter-connessa da richiedere un’educazione e una conoscenza che tengano in considerazione quella complessità e quell’inter-connessione.
Credo che per acquisire saggezza debba esserci conoscenza, che per acquisire conoscenza serva osservazione, e che l’osservazione sia possibile solo se ci concediamo di rallentare, fermarci, essere presenti e ascoltare.

Alcuni temi mi stanno particolarmente a cuore, e molti di questi sono argomenti ancora tabù nella nostra cultura; primi fra tutti il Ciclo Mestruale, il Sangue Mestruale, la Morte e la Ciclicità della Vita, ma anche il Divino Femminile nella sua completezza e complessità, così come tutto ciò che è Invisibile e Intangibile (ma non per questo meno reale), la Magia, l’archetipo della Donna Selvaggia, quello della Strega e gli altri aspetti repressi della Donna – e la lista non finisce qui.

Millenni di un certo tipo di cultura ci hanno condott* su questa strada di negazione.
Credo che sia tempo di smantellare i tabù, di restaurare la complessità dell’Esistenza, di destrutturare ciò che è familiare ma che non dona più nutrimento – per creare un cambiamento nella mentalità, negli stili di vita e nella cultura, e così costruire una realtà diversa, più giusta, più libera, più ri-connessa.

Sono qui per essere per Te canale, guida e sorella, e così supportarti nel:

  • Ri-connetterti con te stessa: con i tuoi corpi (fisico, mentale, emozionale, spirituale), con il tuo potere personale, con la tua Chiamata/Wild Power/Dharma (chiama questo fuoco interiore come preferisci)
  • Ri-connetterti con la Terra, la Luna, il Sangue e i loro Cicli (Ciclo Stagionale, Ciclo Lunare, Ciclo Mestruale)
  • Ri-scoprire il potere alchemico e guaritore del Respiro
  • Vivere seguendo il tuo ritmo e la tua natura biologica e spirituale (rewilding)
  • Ri-conoscere e ri-svegliarti al Divino Femminile e riscoprire la sacralità che vive in tutte le cose
  • Co-creare il tuo cammino spirituale
  • Esplorare lo spazio del tuo Grembo, portale di Vita e Morte, ed immergerti nelle tue Profondità Oscure con la loro ricca e magica fertilità, per fare amicizia con le tue Ombre e le tue Ferite, accoglierle ed integrarle, e così essere ri-sanata e completa in te stessa
  • Aprirti alla complessità dell’Esistenza, mentre scopri la possibilità di una vita lenta e semplice

Qui creo per te uno spazio di Ascolto e di Sorellanza, e un luogo nel quale tu possa sentirti a Casa:
tu che non ti riconosci in questa società,
tu che senti che c’è qualcosa in questa vita contemporanea che non ti nutre,
tu che intuisci che la moderna separazione da Natura è la radice del tuo profondo disagio.

Qui sei sempre accolta.

Perché utilizzo l’appellativo di Sacerdotessa?

Ho una grande passione per il linguaggio, per le lingue, per l’uso corretto delle parole e per la loro etimologia.
Sono convinta che cambiando il modo in cui parliamo (e quindi pensiamo) cambiamo anche la realtà che vediamo ed esperiamo.
Il linguaggio verbale è limitato, non ci permette di cogliere ed esprimere la complessità dell’Esistenza,
ma non per questo la sua importanza è da sottovalutare.

Così, studiando, ho scoperto che
Sacerdotessa è una parola composta da sacer (che in latino vuol dire “sacro”)
e dalla radice sanscrita dhu (che significa “porre” e che ha dato origine alla parola latina ‘facere’ che significa “fare”):
la Sacerdotessa è “colei che pone/fa il sacro”.

Che è quello che sento di fare ogni giorno, nella mia vita personale prima e in quella professionale poi.

Come sono arrivata qui

Il mio cammino è iniziato quando ero molto piccola – potrei dire di essere nata con una certa predisposizione alla spiritualità.
Sono sempre stata appassionata di tutte le cose della Terra e ho sempre sentito di essere profondamente connessa con Lei.

Pur nascendo in una famiglia molto cattolica, ho avuto la fortuna di crescere con una mamma che si è sempre occupata di cose da strega e con un nonno che per ogni malanno conosce un rimedio naturale e che lavora la terra in connessione con i cicli lunari.
Il Nonno e due maestre fuori dal comune alle scuole elementari mi hanno avviata al cammino dell’amore e della connessione con la Natura, insegnandomi molto su piante, rocce e stelle.

Molti anni più tardi, il percorso universitario mi ha riportata alla mia connessione con la Terra, stabilendo il passo e i valori fondanti di tutti gli anni successivi. Sulla strada che mi ha portata a laurearmi in Scienze Sociali per la Cooperazione e lo Sviluppo (un curriculum di Scienze Politiche), ho incontrato una professoressa di Geografia che mi ha cambiato la vita iniziandomi all’ambientalismo, ho vissuto nove mesi di Erasmus in Irlanda (lì, oltre ad aver conosciuto la permacultura, ho ridato alla luce me stessa) e ho scritto una tesi su agricoltura, filiera corta e doposviluppo.

La curiosità, l’amore per la Terra e la predisposizione innata alla spiritualità, unite alla chiamata di quel Divino Femminile che da poco avevo scoperto, mi hanno condotta su un cammino di ricerca che è iniziato consapevolmente quando avevo 14 anni e che non si è mai concluso (ne ho parlato approfonditamente in un video).

Camminando ho incontrato culture e discipline provenienti da luoghi diversi e distanti: dal paganesimo celtico alla spiritualità dei Nativi Americani, dalle terapie essene alla divinazione con i tarocchi, fino all’incontro con lo Yoga che mi ha cambiato la vita.
Mi sono diplomata come insegnante di Yoga Integrale Anukalana Inspired e poi come insegnante di Yoga per la Gravidanza e il Post-parto.

Ma la mia Anima irrequieta mi ha chiesto di non fermarmi, mancava qualcosa; così ho ripreso a camminare.
Ho sentito la Terra chiamarmi e, con il supporto di un libro per me fondamentale, ho incontrato (per la prima volta consapevolmente) la Donna Selvaggia.
Con Lei mi sono risvegliata al Femminile, ancora una volta, e ho ri-conosciuto Diana, dea della Natura Selvaggia, della Luna e della Sorellanza.
Ho risposto alla chiamata del Corpo (quel corpo per così tanto tempo negato): ho studiato e sperimentato il Movimento Naturale nella zona più selvaggia di Londra e ho conosciuto il potere dell’Utero e del Sangue. Ho iniziato a camminare sulla strada del womb work (il lavoro sul Grembo), ho incontrato di nuovo Maria Maddalena (l’ho ritrovata come espressione del Divino Femminile nel suo aspetto di Amore manifesto e nei suoi tratti Oscuri e Selvaggi) e ho intrapreso consapevolemente il cammino della Ciclicità, prima di quella interiore (attraverso lo studio e l’esperienza della consapevolezza del Ciclo Mestruale), poi anche di quella esteriore intensificando la connessione con i Cicli di Luna e Terra.
Nella consapevolezza della complessità dell’Esistenza, ho ri-scoperto la presenza della Grande Madre, che dà vita a tutte le cose e che in tutte le cose esiste.

Il cammino compiuto finora mi ha portata qui, alla ri-connessione con la Terra, la Luna, il Sangue e i loro Cicli, al ricordo del potere del Grembo e del Respiro, alla riscoperta della radicale importanza della Sorellanza e della Comunità, alla Magia, alla Sacralità e al Divino Femminile.


Così condivido tutto questo con te: SESSIONI INDIVIDUALI | CERCHI DI DONNE | RI-CONNESSIONEBREATHWORK | REWILDING | CICLICITÀ | YOGA CICLICO

Pubblicazioni + Interviste

– “13 Donne per 13 Lune“, a cura di Rossella Grenci: ho contribuito scrivendo il capitolo sull’Ottava Luna
– “Eleonora: una Donna Selvaggia tra Cicli, Natura e Consapevolezza“: Lucia di unasardatralenuvole.com mi ha intervistata per la sua rubrica Donne Ordinariamente Straordinarie
– “Trovare il contatto“: Marta Parri mi ha intervistata per Specchio
– “Parliamo di Ciclo Mestruale con Eleonora Cosner“: diretta Ig con Lucia Cosseddu @unasardatralenuvole
– “Conversation with Eleonora Cosner“: Episode 4 of ‘The Rambling Conversations of Passions’ with Amy Russell (you can find her on Facebook and Instagram)

Formazione + Esperienza

È difficile riassumere con diplomi e certificati lo studio, la ricerca e l’esperienza di tutta una vita – è difficile e non sufficiente; ma farò del mio meglio per raccontarti il mio percorso fin qui.
Alla mia formazione non hanno contribuito solo i corsi e le esperienze che elencherò qui sotto, ma anche lo studio e la ricerca autonomi che porto avanti ogni giorno della mia vita e grazie ai quali ho imparato (e continuo ad imparare) molto, moltissimo.

Corsi
2001: Reiki, livello I, con Laura Quinti
2009: Lettura dell’Aura e terapie essene, livelli I-II, con Maristella Perna
2011: seminario su Leadership e Inteculturalità, con ICLS
2013: Laurea in Scienze Politiche – Scienze sociali per la Cooperazione e lo Sviluppo, presso l’Università degli Studi di Siena
2014: diploma di Istruttore di Yoga, con la scuola Samadhi, Firenze
2015: diploma di Insegnante di Yoga in Gravidanza e Post-Parto, con la scuola Samadhi, Firenze
2017: formazione in Rilassamento Psico Motivazionale, con Massimo Gatto
2017: formazione in Wildfitness (wild moving + living)
2017: (Mo)tion workshop, con Ido Portal
2018: Hormone Harmony, con la Red School
2018: seminario L’ordine di Magdala, 
con Carla Babudri
2019: How to Lead Circle, con Sistership Circle
2019: Gin-Ecologia Ancestral, con Lalita Madhava
2019: Answering the Call, con Elayne Kalila Doughty, Priestess Presence
2019: Reclaim Your Cycles, con Lydia Jarjoura, Lunar Nourishment
2019: Track Your Cycle & Connect With The Womb, con Melanie Swan, The Sacred Womb
2020: Wild Power immersion,  con la Red School
2020: Magdalene Code Activations, con Marin Bach-Antonson, Priestess Rising

Alcune conoscenze acquisite con l’esperienza e l’educazione non formale
Fin da piccolissima ho avuto come mentori mia mamma per tutto ciò che riguarda intuizione, energie, tarocchi, medicine alternative, e mio nonno per tutto ciò che riguarda il riconoscimento e l’uso delle piante (medicinali e non) e il contatto con la Natura-fuori-da-noi.
Alle scuole elementari, ho imparato con l’esperienza sul campo: ciò che c’era da sapere sul Sole e sul suo movimento apparente; a riconoscere stelle, pianeti e costellazioni nel cielo notturno; i benefici del forest bathing e dell’abbraccio degli alberi; e molte, moltissime altre cose importanti.
Dal 2004 (quando ho avuto il menarca) traccio il Ciclo Mestruale; lo faccio in maniera più approfondita e consapevole dal 2018.
Dal 2005 mi dedico alla creazione di Spazi Sacri e Rituali e seguo la Ruota dell’Anno stagionale.
Dal 2012 mi occupo di ambientalismo.

Dicono di me